Banner Scopri il Casoncello di Barbariga - Brescia

i Manerba del Garda

L’origine del nome Manerba deriverebbe dal nome latino Minerva, attribuito per la presenza di un piccolo tempio dedicato alla divinità. La specifica, inserita per la vicinanza al lago di Garda, fu aggiunta nel 1952. Del territorio comunale fa parte anche l’Isola di San Biagio, più conosciuta con il nome Isola dei Conigli, che oggi è di proprietà privata.
  • Abitanti: 4.821
  • Altitudine: 130 m s.l.m.
  • Superficie: 28 km2
  • Provincia: Brescia

Cenni storici di Manerba del Garda

La storia di Manerba del Garda parte dalle epoche più remote:  ritrovamenti archeologici testimoniano la presenza dell’uomo già in epoca neolitica. Anche la presenza romana è testimoniata dal copioso materiale venuto alla luce: nel primo secolo a.C. vennero costruite numerose ville.
Il profilo di Manerba è caratterizzato dalla presenza della Rocca, caposaldo difensivo dal passato segnato da continue contese. Con l’estensione del domino della Serenissima sul Garda, la Rocca di Manerba del Garda cessò la sua funzione militare. Con la caduta di Napoleone nel 1796, Manerba venne incorporata all’Impero Austroungarico. Dopo i moti risorgimentali, il Comune divenne parte dell’Italia unita.

Cosa vedere a Manerba del Garda

Pieve di S. Maria, risale all’XI secolo. Tipica costruzione romanica ripartita in tre navate con pregevoli affreschi. Pregevole la pala dell’altare maggiore, attribuito ad Andrea Celesti, che raffigura l’assunzione di Maria Vergine.
Chiesa di Santa Maria Assunta, nella frazione di Solarolo. Edificata nel 1746, presenta una facciata barocca, mentre l’interno ha sette altari caratterizzati da stucchi, marmi e capitelli. Presenta una cupola ottagonale
Chiesa della SS. Trinità, nella frazione di Solarolo, risalente al secolo XV. Presenta una facciata a capanna con rosone in cotto. Attualmente è annessa al campo santo.
Chiesa di S. Bernardo, nella frazione di Montinelle, conserva un dipinto raffigurante la Madonna mentre gli altari sono del periodo tardo-barocco.
Chiesa di Santa Caterina, frazione Gardoncino. In stile romanico lombardo, presenta un bel rosone centrale.
Chiesetta di S. Giorgio, in posizione panoramica, conserva interessanti affreschi del XIV secolo.
Chiesetta di Santa Lucia, in località Balbiana. Edificio ad aula unica con copertura lignea.

Luoghi da visitare a Manerba del Garda

Parco Archeologico Naturalistico Rocca di Manerba del Garda
Il complesso roccioso della Rocca di Manerba si staglia a picco sulle acque del lago. Lungo i sentieri che attraversano il parco si possono ammirare diverse specie che caratterizzano la flora e la fauna di un ambiente unico. Il microclima generato nella zona del Lago di Garda permette la sopravvivenza di vegetazione tipicamente mediterranea che contribuisce ad accrescere la bellezza del paesaggio.
Sulla cima della Rocca è possibile visitare le rovine della fortificazione medievale portate alla luce da opere di valorizzazione dell’intera area sommitale. Un percorso attrezzato porta il visitatore alla scoperta dei ritrovamenti con l’ausilio di pannelli esplicativi.
Museo Civico Archeologico della Valtenesi
Il parco ospita la sede del Museo Civico Archeologico della Valtenesi. Il percorso espositivo intende valorizzare l’aspetto paesaggistico del territorio unitamente alle trasformazioni dovute all’insediamento dell’uomo fin dalle epoche più remote.
Isola di San Biagio
Comunemente chiamata “Isola dei Conigli” questa porzione di terra che affiora nelle acque del lago antistanti Manerba del Garda è oggi di proprietà privata. Si può raggiungere utilizzando la barca-taxi che parte dal porto Tochio oppure a piedi, in estate, quando le temperature più alte permettono di attraversare il piccolo tratto che separa l’isola dalla terraferma. L’ingresso all’isola è a pagamento, fatta eccezione per i clienti del campeggio San Biagio.

Eventi a Manerba del Garda

Nel periodo estivo il calendario di Manerba si riempie di iniziative, rassegne e manifestazioni legate alle tradizioni del territorio, ma anche occasioni di incontro sia per i residenti che per i tanti turisti che ogni anno affollano spiaggie e piazze.
Carnevale “Il Re del maol, del pastom e del chisol”, rassegna enogastronomica del salame, del cotechino e della soppressa della Valtenesi.
In occasione di Ferragosto, le feste di San Rocco e S. Maria Assunto, uniscono le tradizioni religiose con i prodotti tipici della cucina locale.
Da qualche anno viene inoltre organizzato il Festival Internazionale Pianistico “Armonie Sotto la Rocca”, diretto dal Maestro Daniele Alberi.

Sport

A Manerba è possibile praticare molte attività sportive: equitazione, tennis, sci d’acqua, nuoto. Segnalati anche vari percorsi per praticare ciclismo sulle splendide strade della Valtenesi o seguire i sentieri più impegnativi con la mountain bike.

Prodotti tipici a Manerba del Garda

In Valtenesi e nei territori limitrofi trovano ambiente favorevole varie specie di tartufo e in particolare il Tuber melanosporum Vitt o tartufo nero pregiato,. Il preziosi tubero è custodito nei terreni della sponda occidentale del lago di Garda e si raccoglie ad un’altitudine che va dai 70 ai 700 metri. Il tartufo nero pregiato ha profumo gradevole e inteso. Di ottima digeribilità, lo si può apprezzare in molte proposte della gastronomia gardesana.
Presente sul Garda anche il tartufo bianco. Ha un aroma intenso e, rispetto al nero, ha minor pregio ma maggiori dimensioni.

Informazioni

Pro Loco Manerba del Garda
Viale Risorgimento, 1
25080 Manerba del Garda (BS)
Tel. e Fax +39 0365551121