Banner Scopri il Casoncello di Barbariga - Brescia

i Malcesine

Malcesine sorge sulla riva orientale del lago di Garda, raccolta attorno allo Castello Scaligero ed allo storico Palazzo dei Capitani. Il clima, sempre temperato, consente in tutte le stagioni passeggiate in collina ed in alta montagna, tra la caratteristica vegetazione di tipo mediterraneo. Il Comune ha un forte dislivello, parte dalla riva del Lago e arriva sulla cima del Monte Baldo. Il nome di Malcesine deriva dal latino Mala Silex, pietra malfatta.

  • Abitanti: 3.701
  • Altitudine: 89 m  s.l.m.
  • Superficie: 68,19 km2
  • Provincia: Verona

Cenni storici di Malcesine

L’origine del paese risale all’Età del Bronzo, dati i ritrovamenti risalenti ai primi anni del Novecento. In seguito il territorio di Malcesine fu posto sotto il dominio romano, come testimoniano le numerose monete di bronzo e rame e le tombe portate alla luce durante la costruzione della scuola. Alla caduta dell’Impero, anche Malcesine, come tutti gli altri centri abitati del Garda, subì le scorrerie di Ostrogoti, Alemanni e Longobardi. Proprio a questi ultimi si fa risalire la costruzione del castello. Nel 774 Malcesine passò sotto la dominazione di Carlo Magno, che assegnò il regno d’Italia al figlio Pipino.
Il paese divenne poi parte del feudo del Vescovo di Verona, che a seguito della lotta delle investiture (tra il 1049 e il 1122) perse il suo potere in favore di una maggiore libertà della popolazione. Con gli Scaligeri, Malcesine acquisì il diritto di usare proprie monete e misure. Gli Scaligeri ottennero il Capitanato del Lago dall’imperatore Carlo IV di Boemia. Nel 1351 ha inizio quindi la Gardesana dell’Acqua, federazione di 10 comuni del litorale orientale del lago di Garda che durerà fino alla Repubblica Italica (1802). Agli Scaligeri successero i Visconti e la Repubblica Veneta. Venezia resistette fino all’arrivo delle truppe francesi e austriache in lotta per la Lombardia. In seguito si formò la Repubblica Cisalpina. Alla caduta di Napoleone Malcesine entrò a far parte del Regno Lombardo Veneto fino al 1866 quando divenne parte dell’Italia unita.

Cosa vedere a Malcesine

  • Pieve di S. Stefano – VIII secolo
  • Chiesa di S. Maria di Navene – XI secolo
  • Chiesa dei SS. Benigno e Caro Oratorio di Cassone – XV secolo
  • Chiesa della Madonna della Fontana – XVI secolo
  • Chiesa dei Ss. Nicolò e Rocco presso la piazza del Porto – XVII secolo
  • Chiesa di Santo Stefano – XVIII secolo
  • Chiesa della Disciplina
  • Chiesa di S. Michele
  • Chiesa di S. Zeno in Monte

Isola di Trimelone
A poca distanza dale coste di Cassone, frazione di Malcesine, sorge l’isola di Trimelone. Fortificata nel X secolo, la fortezza venne distrutta da Federico Barbarossa nel 1158 e ricostruita successivamente dagli Scaligeri. Durante la seconda guerra mondiale è stata usat come deposito militare.

Palazzo dei Capitani
Costruito dagli Scaligeri tra il XIII e il  XIV secolo. Distrutto a causa di un terremoto, subì svariati rimaneggiamenti da parte dei vari proprietari. Già nel 1477 l’edificio presenta il caratteristico stile veneziano. Su invito della Serenissima, la città di Verona acquistò il palazzo nel 1618 e lo adibì a dimora del Capitano del Lago. Nel 1897 il Comune di Malcesine ne divenne esclusivo proprietario.

Luoghi da visitare a Malcesine

Castello Scaligero
Un castello fu costruito dai Longobardiverso la metà  del primo millennio d.C. e poi distrutto dai Franchi nel 590. Ricostruito, ospitò nel ’806 il re Pipino, giunto a Malcesine per visitare i Ss. Benigno e Caro. Nel 1277 Malcesine divenne dominio degli scaligeri e il castello rimase sotto il casato fino al 1387. Gli interventi di questo periodo diedero origine all’attuale denominazione. Il 22 agosto del 1902 venne dichiarato Monumento Nazionale.

Museo di Storia Naturale del Baldo e del Garda
Il museo è ospitato all’interno della Casermetta del Castello Scaligero. Dal piano interrato, dove l’ambientazione è stata studiata per dare l’illusione di essere all’interno delle profonde acque del lago, si prosegue nelle altre 8 sale al pian terreno e al primo piano attraversando diorama, ricostruzoini e schede scientifiche che riguardano: la formazione geologia del Lago di Garda e del Monte Baldo, l’ambiente lacustre con la riproduzione di un canneto, il paesaggio e la vegetazione, la storia, la fauna dell’alta montagna ed infine la ricostruzione di un ristorante tipico per immergere il visitatore nella tipicità del luogo

Museo del Lago di Cassone
Il museo del Lago di Cassone si apre sul porto di Cassone offrendo al visitatore una ricca esposizione di oggetti utilizzati per la pesca: ami, reti, fotografie di vecchi barconi a vela.
All’esterno del museo sono poste due grandi vasche dove scorre l’acqua del fiume Aril con anguille, cavedani e trote per dare l’idea di come doveva essere l’edificio durante la sua funzione originaria, quella di incubatoio.

Monte Baldo
Da Malcesine parte la funivia che collega il paese con la cima del Monte Baldo. In una decina di minuti si percorre un dislivello di oltre 1700 metri, arrivando a quota 1800 m. Numerose le attività sportive che si pssono praticare: trekking, deltaplano, parapendio, extreme bike e, in inverno, lo sci.
Il Monte Baldo per la sua prossimità con il lago di Garda, si può considerare l’anello di congiunzione tra l’ambiente tipico montano e la macchia mediterranea presente alle pendici grazie al clima tempereato.
Nell’Ottocento, il Baldo veniva soprannominato “Giardino d’Europa” per la grande varietà di specie endemiche che qui si possono studiare.

Eventi a Malcesine

Manifestazioni
Nel periodo estivo sono numerosi concerti presso il Teatro Lacaor, suggestivo teatro naturale ai piedi del Castello Scaligero.

Festa di S.Anna
il giorno di Sant’Anna si festeggiano i santi Benigno e Caro, compatroni del paese, con fuochi d’artificio sull’acqua.

Concorso internazionale per cori di voci bianche
Importante concorso organizzato ad anni alterni al quale partecipano i migliori gruppi italiani e stranieri.

Sport

Notevoli sono le possibilità di praticare numerosi sport: vela, sci nautico, windsurf, kitesurf, minigolf, parapendio e mountain bike, tennis e, nel periodo invernale, lo sci.

Particolarmente importante l’attività promossa dalla Fraglia Vela Malcesine, a capo di prestigiose manifestazioni velistiche di rilievo internazionale organizzate ogni anno nelle acque del Garda.

Nomi noti legati a Malcesine

Nell’estate del 1913 Gustav Klimt soggiornò a Malcesine e qui dipinse due dei suoi quadri più famosi. Il dipinto raffigurante la chiesa di Cassone è custodito alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, il secondo, raffigurante Malcesine, è andato distrutto nell’incendio del castello di Immendorf vicino a Vienna.
Malcesine è stata visitata e raccontata da Johann Wolfgang von Goethe nel suo viaggio in Italia.
Morì a Malcesine uno scrittore di grande sensibilità, Franco Vegliani (1915-1982).

Prodotti tipici a Malcesine

Il clima favorevole e la terra generosa del lago di Garda fanno di Malcesine il luogo ideale per la coltivazione dell’ulivo. L’olio extravergine di oliva di Malcesine ha caratteristiche uniche: leggerezza, bassa acidità, profumo delicato, colore verde oro intenso. La lenta maturazione dei frutti permette di ottenere un prodotto di qualità superiore, caratterizzato da un sapore inconfondibile che lo rende adatto ad essere consumato crudo su insalate, verdure, pasta, carne e pesce. L’olio extravergine di oliva del Garda ha una forte azione antiossidante e grazie alla presenza di grassi monoinsaturi aiuta a contenere il colesterolo.

Area sosta camper

Parking presso Funivie Malcesine, a pagamento

Parcheggio Retellino, area sterrata sul lungolago in comune con il parcheggio dei bus facilmente visibile dalla Gardesana. Non è permessa la sosta notturna.

In via Navene (Loc. Campagnola) a circa 2,5 Km dal centro, sosta a pagamento.

Informazioni

A.P.T. MALCESINE Via Capitanato 6/8 37018  Malcesine Tel. 045.7400044 Fax 045.7401633