Banner Scopri il Casoncello di Barbariga - Brescia

i Garda

Garda è un comune di quasi 4.000 abitanti situato in provincia di Verona sulle rive del Lago di Garda. L’antico borgo è raccolto fra il pittoresco porto e le porte medievali che delimitavano gli ingressi nel paese.
Il toponimo deriva dal longobardo warda, ovvero “guardia”, luogo eletto alle osservazioni militari e in riferimento alla fortezza eretta sulla Rocca di Garda.

  • Abitanti: 3.980
  • Altitudine: 67 m  s.l.m.
  • Superficie: 16,11 km2
  • Provincia: Verona

Cenni storici di Garda

Le origini di Garda sono antichissime, come testimoniano i numerosi ritrovamenti di epoca preistorica risalenti all’età del bronzo. Di rilevante interesse sono le incisioni rupestri del monte Luppia.
Significative sono anche i ritrovamenti di epoca romana che fanno pensare a Garda come a un antico villaggio romano. La zona fu teatro di invasioni barbariche e Garda, grazie alla sua conformazione, divenne punto strategico per il controllo e la difesa di tutto il territorio del basso lago contro le invasioni degli eserciti provenienti dal Nord. La fortezza inespugnabile che ha dato il nome al paese ebbe nell’alto medioevo un’importanza sempre maggiore, tanto che anche il nome latino Benacus che individuava allora il bacino lacustre venne a poco a poco sostituito con lago di Garda.
Sotto il dominio dei Franchi, Garda restò distretto autonomo fino alla contesa tra le signorie della zona. La Rocca fu al centro di lotte opposte che videro contendersi il dominio su Garda e i territori circostanti prima gli Scaligeri, poi i Visconti e successivamente la Repubblica Veneta.
Con la Serenissima, i dieci comuni della sponda orientale del lago si costituirono in una sorta di federazione: la “Gardesana dell’acqua” che svolgeva compiti di controllo e vigilanza sul territorio.
Fu Napoleone nel 1797 a porre fine al dominio veneziano e dopo alterne vicende Garda entrò nel Regno Lombardo-Veneto, governato da un vicerè in nome dell’imperatore austriaco. Dopo le guerre d’indipendenza Garda e tutto il Veneto vennero incorporati nel Regno d’Italia. Ma è solo dopo la seconda guerra mondiale che Garda trova sollievo dalla povertà e dalla fame, diventando a poco a poco un moderno centro turistico che attrae ogni anno migliaia di turisti in gran parte stranieri.

Cosa vedere a Garda

Pieve di Garda, una delle più antiche della zona, costudisce pregevoli opere d’arte. Del periodo medievale rimangono affreschi e tracce murate nel campanile e nel chiostro.

Eremo dei Camaldolesi (XV secolo), costruito dai frati di San Romualdo, i quali l’hanno gestito fino ai nostri giorni. La chiesa conserva una pala di Palma il Giovane raffigurante San Romualdo e un dipinto di San Giorgio di Giovanni Tedeschi.

Chiesa di S.Stefano (XVII secolo), fianco della strada che attraversa il paese, vicino al torrente della SS. Trinità.

Chiesa di Santa Maria Assunta, la forma attuale rislale al 1500, venne aggiunto il campanile nel 1571. Conserva pregiovoli opere d’arte tra cui un frammento di ciborio longobardo

Chiesetta di San Bernardo, ai piedi della Rocca dei Frati, risale al XIV secolo.

Palazzo dei Capitani
Edificio di architettura gotico-veneziana costruito fra il XIV e il XV secolo. Anticamente si ergeva sopra un piccolo porticciolo poi interrato per far posto all’attuale Piazza Catullo.

Villa Carlotti
Ampia costruzione del XVI secolo progettata dal Sanmicheli e che comprende quella che anticamente era una darsena e un belvedere al primo piano.

Palazzo Fregoso
Costruito agli inizi del Cinquecento dal condottiero genovese Cesare Fregoso, esule da Genova e passato al servizio della Repubblica Veneta. Presenta una bifora sulla facciata principale.

Villa degli Albertini

Costruita dai Becelli signori del feudo di Costermano, è circondata da un grande parco racchiuso da mura merlate. L’aspetto medievale che si riscontra attualmente è dovuto a una ricostruzione dell’Ottocento. Nelle vicinanze della villa si trova la chiesetta dedicata a San Carlo Borromeo. Nel giugno 1848 ha ospitato per alcuni giorni re Carlo Albero durante la prima guerra d’indipendenza.

Villa Carlotti Canossa
Edificio dalla tipica architettura settecentesca costruito dai marchesi Carlotti. Di notevoli dimensioni il parco che si apre davanti alla facciata della villa.

Luoghi da visitare a Garda

Punta San Vigilio
Punta San Vigilio è una piccola prominenza che si addentra nelle acque del lago e costituisce uno dei gioeilli paesaggistici del territorio. Di proprietà dei conti Guarienti di Brenzone, forma una penisola che chiude a nord ovest il golfo di Garda.
La splendida villa, la chiesetta, la storica locanda, il cartteristico porticciolo e la Baia delle Sirene costituiscono un’impareggiabile meta turistica. Grazie alla sua bellezza San Vigilio è sempre stato meta di visitatori illustri, tra i quali Maria Luigia duchessa di Parma, il re di Napoli, l’imperatore Alessandro di Russia, Winston Churchill, Laurence Olivier, Vivien Leigh e in epoca più recente il principe Carlo d’Inghilterra.

La rocca di Garda
La rocca detta “della Regina” sovrasta il paese sottostante. E’ meta di passeggiate che percorrono i sentieri che dal centro abitato raggiungono la sommità del colle da cui si può ammirare un suggestivo panorama del lago.

Eventi ricorrenti a Garda

Manifestazioni
Palio dell’Assunta
Festa patronale con gara di voga notturna fra le otto frazioni di Garda che si tiene a Ferragosto. In palio c’è la statua della Vergine che verrà custodita per un anno dal rione vincitore.

Sardellata al Pal del Vo’
Durante il plenilunio di luglio nella secca del Pal del Vo’, distribuzione alle imbarcazioni presenti di pesce di lago fritto. Stand enogastronomici, musica e intrattenimento in Piazza Municipio.

Sagra di San Bernardo
La tradizione vuole che San Bernardo sia passato da Garda durante le sue peregrinazioni pastorali in un giorno di tempesta e dove egli posò il suo bastone di pellegrino venne eretta la chiesetta che si trova sulla strada che porta a Monvei.
La festa di San Bernardo si svolge il 20 agosto, giorno in cui viene effettuata ancora oggi la “Divisione dei Beni Comuni” della “Corporazione degli Antichi Originari di Garda”, mutua associazione che i pescatori di Garda e delle zone vicine acquisirono l’esclusività dell’esercizio delle loro attività dai nobili di Costermano. Per meglio organizzare il loro lavoro senza dar luogo a dissidi i soci si diedero uno statuto che ancora oggi regola i diritti di pesca.

Natale tra gli Ulivi
Durante il periodo natalizio degustazioni di prodotti tipici, musica e mostre animano la piccola cittadina di Garda.

International Punto Meeting
Organizzato dal Punto Racing Club – Club Ufficiale Fiat in collaborazione con il Comune di Garda, dal 2002 raccoglie tutti gli appassionati della celebre berlinetta.

Sport

Regata delle Bisse
Garda è tappa del campionato delle bisse, regata remiera organizzata dalla Lega Bisse del Garda che vede le tradizionali imbarcazioni da voga alla veneta contendersi la “Bandiera del Lago”. Si tiene tra giugno ed agosto di ogni anno.

Nomi noti legati a Garda

Adelaide di Borgogna, reggente del Sacro Romano Impero e del Regno di Francia. Alla morte di Lotario IV, fu rinchiusa nella fortezza di Garda da Berengario II, margravio d’Ivrea che pretendeva il matrimonio con il figlio Adalberto per impugnare la corona del Regno d’Italia.

Vittorio Monese, scultore e pittore impressionista

Prodotti tipici di Garda

Il pesce di lago, il vino e l’olio extravergine di oliva sono i tre prodotti principi del lago di Garda e che costituiscono la base della cucina gardesana. Il più pregiato pesce endemico è il carpione, un salmonide che si trova soltanto in queste acque. Il carpione è un pesce dalle carni delicate, un tempo prelibatezza dei palati più nobili, ottimo cucinato alla brace con un filo di olio a crudo.

Prodotto tipico di Garda sono i Sanvigilini, dolcetti a base di una passa caratteristici della zona. Si narra che la prima volta che vennero impastati, fu alla locanda San Vigilio su espresso desiderio di Sir Winston Churchill, che lì soggiornava, ufficialmete per rilassarsi e dipingere, ma forse segretamente per rintracciare il carteggio segreto intrattenuto con Benito Mussolini.

Area sosta camper

Area attrezzata sosta camper presso Parcheggio Scarl, Via Preite.

Informazioni

A.P.T. RIVIERA DEGLI OLIVI Lungolago Regina Adelaide,3 7016 Garda (Vr) Tel. 045.7255194 Fax 045.7256720